Progetti realizzati

 

 PROGETTI IN AMBITO SCOLASTICO

Image and video hosting by TinyPic

Ci penso io! I genitori delle “Maggi” e la scuola desiderata

Il programma prevede:

PROGETTO “SETTEMBRE IN  FATTORIA”

Image and video hosting by TinyPic

…Non il solito centro estivo

Il programma

Alcuni laboratori: Come fare le scarpe a qualcuno

I video

“Settembre in fattoria” (I video)

“Settembre in fattoria e la solidarietà”   (II video)

I riconoscimenti

Hellas dice sì a “Settembre in fattoria”!

PROGETTI NELL’AMBITO DELLA SCRITTURA EDUCATIVA

 Officina di scrittura rivolta ai bambini dell’età 9-10 anni

“Canzoncine in vacanza” (estate 2014): Officina di scrittura e lettura rivolta ai bambini/e della scuola elementare, per educare a scrivere in libertà, a leggere per divertire e divertirsi, rinforzando la socialità e la manualità: giochi di gruppo, filastrocche inventate, utilizzo del colore e di materiale riciclato…e altre sorprese 🙂

Image and video hosting by TinyPic

Oro oro sei un tesoro
il dentino è sul sellino
gira gira il mulinello
prendi l’uovo dal cestello.
Campanella suona in fretta
mi si allarma la scarpetta.
Ma se pungi il mio gelato, l’arrotino perde il fiato.

(B. Gaiardoni, Filastrocca inventata)

 

 PROGETTO NELL’AMBITO DELLA FORMAZIONE

Image and video hosting by TinyPic

SOS COMPITI :7 strategie per affrontare lo scoglio dei compiti scolastici a casa(primavera 2013)

 Il corso:

  1. È aperto a tutti…genitori, parenti, tate, allievi “indipendenti”, etc.etc.;
  2. È formato da 4 incontri, una volta alla settimana, della durata di 90 minuti ciascuno;
  3. È tenuto da una pedagogista:un’esperta di educazione. Si dedica non solo ai “piccoli”, ma anche ai “grandi” motivati a CAMBIARE cose FASTIDIOSE della propria vita.

 

Image and video hosting by TinyPic
“QUA LA MANO”: prevede 3 incontri aperti a tutti sul tema della comunicazione nelle relazioni familiari, professionali e amicali. Contemporaneamente, si attiverà uno spazio di confronto individuale e/o di coppia, mediato dalla pedagogista, per trasformare i vincoli in stimoli, che mirino alla crescita personale e del contesto vissuto come problematico.

PROGETTI NELL’AMBITO DELLA DEMENZA DI TIPO ALZHEIMER:

Image and video hosting by TinyPic

  • La Valigia delle Meraviglie (2008-2012) non è una valigia come tutte le altre: è  umanamente magica! Realizzata assieme a Maria Luisa Gilioli; contiene burattini, bambole, animali di pezza, sonagli, oggetti “di casa” animati dal racconto di storie che attingono dalla tradizione veronese o da antiche leggende.

 

Image and video hosting by TinyPic

 

  • Di Divina Memoria (2010-2011): presepio esposto nella rassegna “XX Concorso del Presepio Tradizionale e Artistico”,  organizzato dall’Associazione Italiana Amici del Presepio- sezione di Verona. È la capanna della Natività, un manufatto realizzato dagli ospiti del “Laboratorio per la Memoria”, con il supporto di volontari e di operatori  specializzati.  La semplicità del materiale e della tecnica  utilizzati sono stati scelti appositamente, affinché ogni azione possa essere eseguita interamente dagli ospiti.

Image and video hosting by TinyPic

 

  • Laboratorio dei Burattini (2008/2009), una co-creazione con Maria Luisa Gilioli. Realizzazione di cinque burattini in cartapesta, colori a tempera, lana, legno.

 

 

Image and video hosting by TinyPic

  • Laboratorio delle Maschere (2009-2010), una co-creazione con Maria Luisa Gilioli: realizzazione di cinque maschere fatti  con materiale da riciclaggio (scatole di pandori e di panettoni), colori a tempera, cartapesta,  strumenti per lavorare,  adattare carta e cartone ai soggetti da riprodurre.

 

 

PROGETTI IN AMBITO PSICHIATRICO:

Image and video hosting by TinyPic

 

 

  • IO & O (2004-2008); è un progetto  di scrittura durato quattro anni, inserito all’interno di un intervento educativo rivolto ad una donna affetta da schizofrenia di tipo disorganizzato. Si chiude con la produzione di quindici diari.

 

 

 

Image and video hosting by TinyPic

 

  • Lo Scarabocchio con O.; lo scarabocchiare assieme con O. è il protagonista. Il gesto diventa non un esercizio tecnico ma un modo per condividere uno spazio e un tempo comuni edulcorati, addolciti, vivacizzati non da tecnicismi ma da colori e fogli

 

Barbara Gaiardoni




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*