“Più possiedi meno sei”… in cinque mosse

Image and video hosting by TinyPicL’accumulare cose su cose dove porta? Ma soprattutto che senso ha?

Il famoso Bartali diceva: “Inutile affannarsi in vita dietro i soldi. Tanto l’ultimo vestito è sempre senza tasche.”

E allora ecco le 5 mosse per riflettere:

  1. Elimina il superfluo a partire dagli oggetti “impolverati”. E se non ti viene, fatti  la domanda:” Ma quella roba lì a cosa mi serve?”
  2. Ricerca il significato per cui esiste. Come diceva Tyler in “The Fight Club“: “Le cose che possiedi alla fine ti possiedono.”  Quindi, non abbiamo bisogno di cose ma di motivazioni per raggiungere obiettivi concreti sì, ma legati alla creazione di relazioni finalizzate anche a fare il bene comune;
  3. Individua il progetto, lo scopo per il quale esisti; se non lo hai trovato, è inevitabile che l’accumulo di oggetti diventerà il tuo modo di presentarti in società;
  4. Elimina il superfluo per fare luce sull’essenziale;
  5. Coltiva le buone relazioni: goditi i sorrisi e gli abbracci…gli affetti, sono quelli che fanno la differenza e che porterai nel cuore, sempre!;

Barbara Gaiardoni