Cavalca il (tuo) “mostro” in 5 mosse

Image and video hosting by TinyPic

I “mostri” ci sono da sempre, ovunque e dovunque: in letteratura…nella realtà.  Abitano l’individuo e fronteggiano un gruppo, una comunità, una cultura. Sono da combattere e da sconfiggere, perchè “cattivi”. In nome del “mostro”, si mettono in atto le più aberranti violenze, che non risolvono il problema.

Le 5 mosse sono un assaggio per cavalcarlo:

  1. Guarda le cose con occhi differenti! Indossa gli occhiali del mostro;
  2. Invita ad agire chi è d’accordo con te sulle mostruosità da sconfiggere:  l’essere più di uno a mettersi assieme nei panni del mostro facilita lo sgretolamento di vecchi pregiudizi;
  3. Ascolta le tue sensazioni (“Era arrabbiato quanto me…quando ho visto lui ho rivisto me stesso”) quando ti trovi davanti al mostro: le differenze  o le accomunanze potrebbero facilitare l’accordo;
  4. Diventa mediatore di questo accordo, perchè tu hai riconosciuto cosa e come lo devi fare;
  5. Abbi cura di questa nuova alleanza! Anche il piccolo cambiamento necessita di tempo e di azioni strategiche.

Barbara Gaiardoni